Come eseguire un backup di Windows

Ciao a tutti oggi vi parlo di come eseguire un backup di Windows!

Premessa

Questo articolo spiegherà come eseguire una copia del proprio disco attraverso un software di backup free.
Con questo software è possibile eseguire diverse operazioni di backup.
Attualmente (Agosto 2019) anche io sto utilizzando questo programma, però non mi assumo nessuna responsabilità in caso di errori, perdita di dati, o problematiche derivanti da questa procedura di backup.
Tengo a precisare che non ho sponsorizzazioni dai produttori del software che utilizzo.
Io personalmente ho un disco per il sistema operativo e uno per i dati. Per eseguire il backup dei dati utilizzo un software differente e potrete trovare qui (articolo in fase di preparazione) la procedura.
Se vi è tutto chiaro iniziamo …

Scelta del software di backup

Esistono diversi software di backup sia free che a pagamento. Nel corso del tempo ho utilizzato svariati software di backup. Ad oggi, ad uso personale, utilizzo un programma free con cui ho eseguito diversi test (non solo di backup) e ne sono rimasto molto soddisfatto. Il suo nome è “AOMEI Backupper Standard Edition” .
Esistono anche altre versioni a pagamento che permettono più opzioni e supporto. Le differenze le potete trovare quì.
Con la versione free è possibile eseguire backup di soli dischi di base e non di tipo dynamic.

1. Installazione software backup AOMEI

In questo articolo parliamo della versione 5.2.0.
Per prima cosa dovete scaricare il software di backup dal sito AOMEI da questo link .
Dovrai inserire la tua mail e poi potrai scaricare il software.
La mail dovrebbe servire per il supporto come recita la richiesta:
“Our freeware also includes free technical support. Enter your correct email address so that we can provide prompt, efficient, and accurate customer service.”
Una volta ottenuto il software di backup si può procedere all’nstallazione. Questo processo risulta semplice in quando:
1- doppio click sul file di installazione
2- clik su si per apportare modifiche
3- clik su ok per lingua italiana
4- click su salta per non usare versione pro
5- click su installa (se si vuole cambare percorso di installazione click su percorso)
6- a fine installazione chiudere pagina web che viene aperta
7- deselezionare partecipa al programma …
8- click su divertiti (traduzione pessima)

2. Configurazione e primo backup

Ora siamo pronti a configurare il nostro primo backup.
Esistono diversi metodi di backup. In questo articolo parleremo di 2 tipologie:
Disco con partizione unica c: vedi paragrafo 2.1
Disco con partizione Windows e partizione Dati 2.2

2.1 Disco con partizione unica

Se avete solamente un disco con una sola partizione (c:) per il sistema operativo e dati allora oltre a windows salverete anche i vostri dati. ATTENZIONE però perché se rispristinerete questo backup verranno ripristinati anche tutti i dati alla data del backup.
In questo caso vi consiglio di utilizzare il backup del disco come da immagini.

backup schermata iniziale
backup disk
backup disk 2

cliccando su “+ aggiungi disco” selezioniamo il disco di cui vogliamo eseguire il backup.
Clicchiamo su aggiungi.

backup disk 3

Selezioniamo dove vogliamo eseguire il backup. (si aprirà una finestra dove poter scegliere il percorso) che deve essere esterno al disco stesso (disco usb, secondo disco interno, percorso di rete, ecc)

backup disk 4

clicchiamo su avvia backup.

backup disk 5

Se clicchiamo sulla scritta sottolineata il tool ci farà vedere i dettagli dei vari task eseguiti ed in esecuzione.

backup disk 6

Una volta che arriverà al 100% clicchiamo su finito.

2.2 Disco con partizione Windows e partizione Dati

Se avete un disco con più partizioni come ad esempio quella per il sistema operativo e una per i dati, allora vi consiglio di utilizzare il backup delle partizioni come da immagini.
In questo caso non viene eseguito un backup dei dati che potrà essere eseguito con la guida che trovate qui.(articolo in fase di creazione)
Consiglio backup delle partizioni perché così si possono salvare anche quella del ripristino e per qualche sistema operativo (Windows 8 mi sembra) anche la partizione da 10/100mb che contiene i dati per far partire il sistema.

3. Backup successivi

Per i backup successivi possiamo selezionare un backup completo e poi eventualmente eliminare quello vecchio ( o tenere entrambi) oppure incrementale o differenziale come da immagine.(“modifica backup” è rimasto evidenziato ma non è selezionato)

Schermata opzioni nuovi backup

4. Creazione usb/cd di avvio

Ultimo passaggio importantissimo è quello di creare una chiavetta di avvio, o un cd di avvio, per poter ripristinare il backup eseguito in caso di rottura del disco principale (quello contenete Windows).
Il processo è descritto nelle immagini seguenti.
Il primo step è quello di selezionare strumenti dalla schermata iniziale e successivamente crea un disco avviabile.

backup schermata iniziale

Come disco di avvia scegliamo Windows e poi avanti.

Nella schermata seguente lasciamo le opzioni di default e clicchiamo avanti.

Nella schermata successiva selezioniamo cd o usb (devono già essere state inserite). Attenzione che vengono cancellati i dati. Poi clicchiamo avanti.

Come ultimo step clicchiamo su finito.

Per avere la certezza che il tutto funzioni possiamo fare un boot dal media appena creato.

Ma poi come ripristino il mio sistema in caso di problemi ? Semplice … 🙂 basta seguire la guida ” come ripristinare un backup di aomei ” (Articolo in fase di creazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi